Bozza del Codice Etico
(o Dichiarazione di Intenti o Regolamento Etico)

Riunione del Forum Pastorale
Il Regolamento Etico pone i presupposti e gli obiettivi su cui si basano le riunioni del Forum Pastorale

  • Presupposti dottrinali
    Il Forum si fonda su alcuni presupposti biblici fondamentali quali l’inerranza biblica riconosciuta come autorità nella vita dei credenti (bibliologico), l’inderogabile accettazione della Trinità (dogmatico), la nuova nascita per grazia (soteriologico), l’effusione e battesimo dello Spirito Santo con i segni che l’accompagnano (pneumatologico).
  • Approccio di accoglienza
    L’approccio di accoglienza riservato ai servitori candidati ad inserirsi nel Forum si dipana in un’accettazione pluralistica di ministeri consolidati e ministeri embrionali. Si richiederà la redazione di una Lettera di autopresentazione comprensiva dell’accettazione dei presupposti dottrinali e della prassi del codice etico.
  • Partecipazione e frequenza
    Il Forum cerca di identificare aree di dialogo interpastorale in ciò che accomuna rispetto a ciò che divide. Le partecipazioni previste al Forum riguardano le categorie di Ministri, Pastori e/o conduttori di chiese affiancati da conservi. Le adesioni agli eventi e ad ogni genere di attività avvengono sulla base della scelta facoltativa senza vincoli di nessuna natura, pur mantenendo la continuità delle relazioni interpersonali presenziando agli incontri. Saranno accettati solo i Pastori titolari alle riunioni oppure Responsabili di opere ecclesiali e le loro eventuali sostituzioni saranno fornite degli Anziani o ministri per non più di tre volte l’anno. Se gli aderenti saranno assenti dal Forum tre volte in modo ingiustificato, non riceveranno più inviti, né informazioni relative.
  • Contenuti
    Il Forum si propone di esaminare problematiche dottrinali, correnti di pensiero, comportamenti etici e questioni sociali per trarne dei benefici di utilità comune. Si avvarrà della condivisione di informazioni ufficiali prodotte da fonti dirette ed attendibili. Organizza Conferenze Pastorali, impegni editoriali in comune, culti od eventi interdenominazionali. Tenterà di procedere ad un continuo aggiornamento reciproco ministeriale, in altre parole, l’auspicio della capacità di ‘mettersi in discussione’.
  • Decisioni
    Le proposte andranno vagliate in forma teocratica con la speranza di arrivare a quella unanimità insegnata negli Atti degli Apostoli “…è parso bene allo Spirito e a noi”. In caso di diversità di opinione si rimette ogni valutazione idonea alla risoluzione della tematica attraverso l’espressione di voto a maggioranza semplice (50%+1 dei presenti) o assoluta (2/3 dei presenti). Coloro che hanno diritto al voto riguarda un suffragio o preferenza per ogni singola realtà od opera ecclesiale.
  • Cariche previste
    E’ prevista una Commissione ristretta eletta democraticamente composta da cinque ministri all’interno del Forum con turno di durata di un anno
  • Fondo Patrimoniale
    Esisterà un fondo patrimoniale formato dalle offerte raccolte nelle riunioni mensili
  • Finalità
    Le intenzioni conclusive degli incontri del Forum pongono come priorità la semplice e reale comunione fraterna, il vicendevole aiuto reciproco nel tentativo di ricercare un arricchimento nella relazione dialogica pastorale, provando a realizzare l’unità nella diversità rispetto al concetto di uniformità.

Codice Etico Forum Pastorale